Perché da quasi mille anni i nuraminesi manifestano una profonda devozione nei confronti de martire sardo? Che rapporto c’è tra il santo-militare e la cultura greco-bizantina di cui è erede Villagreca? Perché – secondo la leggenda – i contadini di Serramanna cercarono di rubare San Lussorio?

Si parlerà di questo e del legame tra il culto di Lussorio e l’acqua nell’incontro organizzato dal GAL Terra, Sole, Grano in occasione dei festeggiamenti nuraminesi in onore di San Lussorio. L’appuntamento è per per il 21 agosto, dalle 17.30 nella chiesetta campestre dedicata al santo. Introducono Mariassunta Pisano, Sindaco di Nuraminis e Irene Farris, assessore alla Cultura di Nuraminis. Interverranno lo storico Giampaolo Salice e l’archeologo Nicola Dessì. Parteciperanno inoltre Annalisa Utzeri (Comune di San Vito), una rappresentanza del Comitato di San Lussorio di San Vito e il gruppo Folk Sa Corona di Nuraminis.

[mapsmarker marker=”3″]