Con Mauro Salis discutiamo di arte sacra e committenze nei villaggi di nuova fondazione tra il XV e il XVIII secolo

Le città e i villaggi della Sardegna conservano autentici tesori d’arte, dei quali spesso non si conoscono nè gli artefici, nè le ragioni per cui furono realizzati. Il prossimo sabato 16 febbraio, Mauro Salis, storico dell’arte dell’Università di Cagliari, ci guiderà alla scoperta di questo affascinante capitolo della storia sarda, proponendo al pubblico di Storia e storie di Khorakhané i più recenti risultati di ricerche condotte nei principali archivi europei.

DOVE? Nuraminis, salone Montegranatico (VEDI MAPPA)

QUANDO? Sabato 16 febbraio 2013, dalle ore 18.15

CHI? Mauro Salis è laureato in Storia dell’arte, collabora con il Dipartimento di Scienze Archeologiche e Storico-artistiche dell’Università di Cagliari, presso il quale è dottorando in Fonti scritte. È stato consulente della Presidenza della Regione Sardegna per la progettazione e realizzazione del portale dei beni culturali SardegnaCultura. La sua attività di ricerca si focalizza sullo studio della scultura lignea e marmorea tra XVI e XVII secolo nel bacino del Mediterraneo, con particolare riferimento alla circolazione di artisti e opere tra Penisola iberica, Sardegna e Italia meridionale.

101-0137_IMG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.