Vai alla barra degli strumenti

Khorakhané promuove il software libero e open source

meglio-linux-windows-o-mac

Da qualche settimana Khorakhané ha avviato un corso sperimentale di alfabetizzazione a Linux con un gruppo “prova” di soci. Realizzato col supporto fondamentale di Andrea Salimbeni di Ingegneria Senza Frontiere Cagliari il breve ciclo di incontri è stato pensato come passaggio di studio preliminare ad un programma di alfabetizzazione a Linux più ampio, in grado di far migrare verso il sistema operativo libero e open source tutti i soci di Khorakhané che lo volessero.

In occasione della prima lezione di questo ciclo sperimentale (tenutasi sabato 5 ottobre 2013) sono state svolte le seguenti attività:

1. Proiezione delle diapositive di ISF per informare i corsisti sulle caratteristiche fondamentali e sui notevoli vantaggi del software libero;
2. Installazione del sistema operativo Linux (XUbuntu) sui pc personali;

Grazie al supporto di Andrea di ISF tutto è andato liscio come l’olio. Linux è stato installato accanto a Windows. In questo modo ciascun corsista ha conservato il suo vecchio ambiente di lavoro, potendo scegliere ad ogni avvio se accedere a Windows o Linux. L’accesso al mondo del software libero si svolge così senza traumi e in modo graduale. Anche la presentazione è andata bene, perché i corsisti si son mostrati molto interessati ai principi che ispirano il mondo Linux e ai risvolti socio-economici e professionali a questo connessi.

La seconda lezione si è tenuta domenica 6 Ottobre. Obiettivo fondamentale: familiarizzare con l’interfaccia grafica di Xubuntu-Linux. Andrea di Isf ha mostrato come personalizzarla, come installare programmi e ha suggerito una lista di programmi per iniziare a utilizzare il pc nel modo migliore.

Nei prossimi incontri si cercherà di installare e configurare su Linux i software di produttività che il gruppo ritiene necessari per il proprio lavoro: visti gli interessi in questo momento prevalenti in Khorakhané verranno installati soprattutto programmi relativi alle Digital Humanities, alla descrizione archivistica in ambiente digitale e all’elaborazione grafica.

Articolo creato 171

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto